L’Anello

see filename

Image via Wikipedia

La conoscenza riveste una grande importanza nel mondo dei sensi, essa si prefigge di avvicinare le persone o il resto; e di incrementare le loro relazioni ed interazioni.

Nauralmente essa porta al piacimento ed allo scambio di piaceri e cortesie, si intrecciano le mani e si aggrovigliano i cuori.

Gioia e Dolore nella sua poesia L’Anello scrive :

« La tua bocca avra’ il sapore di pesca ogni volta che l’inverno la trattera’ con dolcezza, i frutti del mio amore saranno principi nel tuo cuore come figli chiamati alle armi, ti dormiranno sempre accanto il tuo animo riposera’ sereno tra le loro forti braccia.

Vestita dal nero della notte sarai squisita stella il cielo nel suo immenso mantello fara’ da custode cospargera’ di luce ogni tua piccola lacrima ecco donna l’anello del mio amore qui tra le nuvole nella promessa d’eterno amore. »

J.R.R. Tolkien, scrive nella sua Poesia dell’Anello :

« Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende, Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra, Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende, Uno per l’Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra, Nella Terra di Mordor, dove l’Ombra nera scende. Un Anello per domarli, un Anello per trovarli, Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli. Nella Terra di Mordor, dove l’Ombra cupa scende. »

Giovanni Pascoli titola l’Anello e dice :

“Nella mano sua benedicente l’anello brillava lontano. Egli alzò quella mano, morente: di caldo s’empì quella mano.. O mio padre, di sangue! L’anello lo tenne sul cuore mia madre… O mia madre! Poi l’ebbe il fratello mio grande… o mio piccolo padre! Nel suo gracile dito il tesoro raggiò di benedizione. Una macchia avea preso quell’oro, di ruggine, presso il castone… O mio padre, di sangue! Una sera, la macchia volevi lavare, o fratello? Che pianto fu! T’era caduto l’anello nel mare. E nel mare è rimasto; nel fondo del mare che grave sospira; una stella dal cielo profondo nel mare profondo lo mira. Quella macchia! S’adopra a lavarla il mare infinito; ma in vano. E la stella che vede, ne parla al cielo infinito; ah! In vano. ”

Gio Pigmento lo definisce, lo caratterizza e lo abbraccia :

“Oggi sono country, Calza grossa gonna jeans. Camicia Marrone, gilet blu scuro. 2 collane !! Giacca in pelle Marrone chiaro e sciarpa blu. Stivali marroni e bianchi. Borsa Marrone, Occhiali marroni e una giornata di sole !! Orecchini all’ananas e l’Anello ? la mia unione, la mia fusione, il futuro e lo indosso, in pieno amore. ”

o giorno del 10 anno del 2010 e mese del 12 mettiti l’anello. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: