Delle Parole

Sarah Vaughan Sings George Gershwin

Image via Wikipedia

Stella, Pianeta, Costellazione.

Pur essendo estremamente vasta e ricca la numerica delle lettere, delle lingue e delle espressioni; ed anche se queste contengono rilevanze in vocabolo di spessore; spesso si arrendono o peccano nell’elaborazione e nella descrizione dell’interiorita’ individuale o collettiva.

Immergersi nel mondo del lessico e delle parole, necessariamente implica un’alternarsi di significati che ci portano via dalla comune realta’, in dimensioni vissute oppure da consumare su livelli articolati, emotivi, visivi, naturali, geometrici, quintessenziali ed ultra-vocali….

La mente quale disegnatrice delle manifestazioni e maestra delle arti, organizza la comunicazione, nella crescita umana del corpo e nella conoscenza del suo portatore. La NATO delle persone.

Essa e’ la signora del cuore, la poetessa del vissuto, la Siena delle citta’ e la sacerdotessa del contenuto.

Intraprendere la via emotiva e bagnarsi nel suo fiume scorrevole, e’ solamente la primaria risorsa del concetto umano, che raffigura il bagnante allo stato selvatico e forestale.

Indigeno ed imperfetto. Spontaneo ed innocente, fragile ed umido.

Quindi nuotare il corpo e la mente nella quotidianita’ del circondario, implica una elevazione allo stato multidimensionale, onde vivere la moltitudine della sapienza e delle sensibilita’, le varie conoscenze ed i piu’ diversi brividi.

Il bagnante si proietta dal fiume e dallo stato primordiale verso l’alto o il basso e ne coglie una porzioncina di ulteriore se’, per splamarsela a modo di tinta colorata di scelta di vissuto.

Ogni proiezione e’ una parabola, ed ogni espressione e’ una frase perche’ il materiale e il sentimentale si intrecciano.

Dove la cortesia amalgama, per annunciare l’amore supremo.

L’amore supremo.

La fonte del noi , della convivenza, dell’accettazione, della purezza, della solidarieta’, della crescita, della consistenza e della procreazione.

La carita’, la fantasia, la creativita’ e l’innovazione, si condensano nella fisica dell’amore e si fondono nella cucina della sua chimica.

La vita nelle lingue antiche.

Giorgia in Gershwin.

La regina nei nomi, Emanuele nel creatore.

L’imperatore in Marco Valerio oppure Marco Valerio in gentleman pigmento.

L’Amore nelle parole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: